Ai Challange: Si chiama così la nuova sfida proposta da Vetrya (leader italiano nello sviluppo di servizi digital applicazioni e soluzioni broadband), Microsoft Italia  e Urbani Tartufi, idealizzata per migliorare il rendimento e la sostenibilità del settore agricolo.
Il progetto è aperto a tutti i professionisti di intelligenza artificiale ed è finalizzato alla realizzazione di un algoritmo predittivo che, sfruttando tecniche di machine learning, permetta di migliorare la qualità del raccolto ed incrementare la sostenibilità.
Le iscrizioni sono aperte fino al 28 novembre ed è possibile iscriversi al sito aichallenge.vetrya.com.
Al termine delle iscrizioni i candidati avranno 3 mesi di tempo per progettare un prototipo di algoritmo, offrendo così agli agricoltori nuove strategie produttive.

Vetrya, Microsoft ed Urbani Tartufi metteranno anche a disposizione di tutti i partecipanti degli strumenti che potranno essere liberamente utilizzati dagli iscritti, come ad esempio la possibilità di richiedere un tutor e di partecipare a degli incontri mensili di supporto.
Alla fine dei 3 mesi una giuria di esperti nominerà il vincitore a cui spetta un premio di 3000 euro e la possibilità di un accordo di collaborazione.
Luca Tomassini, CEO Vetrya Spa commenta così il progetto: “La sfida sull’intelligenza artificiale è senz’altro una delle più ambiziose della nostra epoca: con questa iniziativa Vetrya intende ribadire la propria intenzione di raccoglierla il più pienamente possibile, confermando la propria vocazione all’innovazione aperta.

Luca Tomassini sarà presente anche al Glocal Economic Forum ESG89: clicca per ulteriori informazioni

Per Microsoft Italia è Claudia Angelelli a dire la sua: “Siamo orgogliosi di supportare questo progetto d’innovazione per il settore agricolo. È ormai risaputo come i nuovi trend digitali come l’AI e il Cloud siano una leva di sviluppo per tutti i segmenti di mercato e per l’intero Paese. Puntando sull’innovazione è infatti possibile, non solo recuperare efficienza, ma anche mettere in moto un circolo virtuoso di crescita che coinvolge tutti i settori dell’economia, agricoltura inclusa.

L’articolo VETRYA, MICROSOFT E URBANI TARTUFI IN PRIMA LINEA: L’ AI CHALLANGE PRONTA AL LANCIO PER LO SVILUPPO DI UNA SOLUZIONE PREDITTIVA PER LA SMART AGRICOLTURE proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
VETRYA, MICROSOFT E URBANI TARTUFI IN PRIMA LINEA: L’ AI CHALLANGE PRONTA AL LANCIO PER LO SVILUPPO DI UNA SOLUZIONE PREDITTIVA PER LA SMART AGRICOLTURE

Business International lancia in Italia inTAIL – Intelligent Retail

Set 07, 2018

La prima conferenza internazionale dedicata al ruolo delle nuove tecnologie nella trasformazione digitale del mondo Retail arriva a Milano il prossimo 6 novembre

  • Focus sul Mercato Retail e gli effetti dell’utilizzo degli strumenti di Artificial Intelligence
  • I progetti più innovativi di inTAIL raccontati da esperti del settore e da casi aziendali reali
  • Opportunità di networking con i principali Retailer europei, CEO, CTO, CIO, COO, Responsabili dell’Innovazione Digitale per confrontarsi sulle reali opportunità della AI Retail Revolution

Per la prima volta in Italia inTAIL, la conferenza internazionale dedicata alle strategie di nuova generazione e al ruolo delle tecnologie moderne nella trasformazione digitale del mondo Retail tra cui Artificial Intelligence, Big Data, AR-VR-MR, IoT, Computer Vision e Robotica.

FORMAT DELLA CONFERENZA

Il format della conferenza è del tutto innovativo e si ispira ai contesti internazionali più affermati:
l’evento si focalizzerà su showcase, contest, analisi pratiche, esempi e indicazioni reali da parte di Business Leader che illustreranno i vantaggi ottenuti grazie all’implementazione degli strumenti di Artificial Intelligence. Si tratta anche di una vera e propria call for innovators – rivolta al coinvolgimento delle startup – e call for Incubators – rivolta a incubator di startup. Spazio al networking poi all’interno della Innovation Valley, spazi espositivi dedicati a progetti selezionati come innovazioni riconosciute da parte di startup e partner.

PERCHÉ PARTECIPARE

L’iscrizione a inTAIL come visitatore è su invito e riservata esclusivamente a manager e aziende del settore Retail di tutte le industrie. La partecipazione di vendor, agenzie, start-up, società di consulenza e servizi è ammessa sotto forma di partner o exhibitor e selezionata attraverso le “call for” che selezioneranno i progetti più innovativi a livello internazionale.

ORGANIZZATORI

Organizzata da Business International, inTAIL si terrà a Milano il prossimo 6 novembre presso il MiCo – Milano Congressi. Chairman dell’iniziativa è Andrey Golub, imprenditore e fondatore di diverse startup e consulente nel mondo del Virtual Retail, dell’AI, e del lusso.

L’evento è rivolto a tutte le imprese del Retail che intendono comprendere come utilizzare al meglio l’Intelligenza Artificiale per migliorare il proprio business e stare al passo coi tempi.


“L’intelligenza artificiale si sta rapidamente dimostrando il punto di svolta per l’Industria Retail, allargando gli orizzonti dall’utilizzo dei big data fino ai mercati del singolo consumatore (“the Segment of One”), dal mondo delle Intelligent Things alla presenza dei robot in negozio” – dichiara Andrey Golub, chairman della conferenza, che prosegue – “Stiamo assistendo all’AI Retail Revolution, che modificherà i paradigmi del mercato Retail come lo conosciamo oggi. Invitiamo quindi a partecipare alla conferenza tutti coloro che sono interessati a capire come l’Intelligenza Artificiale possa diventare fondamentale per le strategie di business e quali rischi e sfide comportano la sua implementazione”.

 

Business International

Dal 2011 Business International è una divisione di Fiera Milano Media, la media company del Gruppo Fiera Milano, il maggiore operatore fieristico italiano e uno tra i maggiori al mondo. Fiera Milano Media ha l’obiettivo di sviluppare sistemi di relazioni di business, utilizzando soluzioni informative, formative, di comunicazione, analisi di mercato e servizi di marketing, mediante un sistema multimediale che integra i mezzi tradizionali con i nuovi media.  Grazie all’esperienza consolidata nell’ideazione e realizzazione di eventi istituzionali e di management, Business International propone ogni anno oltre 150 corsi, seminari, convegni ed eventi rivolti ai top manager delle imprese italiane e multinazionali ed offre un ventaglio di soluzioni di networking per consolidare ed aggiornare il proprio sistema di relazioni professionali.

L’articolo Business International lancia in Italia inTAIL – Intelligent Retail proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
Business International lancia in Italia inTAIL – Intelligent Retail

Frantoi Aperti al FICO Eataly World

Gen 01, 1970

Anteprima di Frantoi Aperti al FICO Eataly World di Bologna

Frantoi Aperti, organizzato da Strada dell’Olio extravergine di oliva DOP Umbria, si terrà dal 1 al 25 novembre ed è giunto alla sua ventunesima edizione.

Molte le attività previste per i quattro fine settimana: oltre alla degustazione ed all’acquisto dell’olio, infatti, sono previsti momenti di intrattenimento, passeggiate, mostre e caccia al tartufo.

In antemprima la presentazione al FICO Eataly World di Bologna, proprio nel periodo della frangitura della olive; si inaugura così la collaborazione tra il Coordinamento nazionale delle Strade del Vino dell’Olio e dei Sapori d’Italia – di cui Paolo Morbidoni è portavoce –  e Fico Eataly World.

Morbidoni conferma il buon riscontro ottenuto dai visitatori di FICO, perfettamente in sintonia con l’idea di prodotto del territorio come motivazione di un viaggio.

 

L’articolo Frantoi Aperti al FICO Eataly World proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
Frantoi Aperti al FICO Eataly World

Agricoltura Umbria e Marche: danni post sisma alla produzione

Set 10, 2018

Coldiretti mette in campo i numeri dell’agricoltura

Dall’analisi, Umbria e Marche risultano le regioni più danneggiate a causa del sisma del 2016

Dal Villaggio Coldiretti ecco emergere le analisi dei dati sul settore agricolo italiano: risaltano all’occhio le produzioni di Umbria e Marche nel biennio post sisma del 2016, che hanno rispettivamente registrato  -260 milioni e -140 milioni di euro.

Agricoltori e allevatori che hanno subìto danni dal terremoto hanno perso oltre mezzo miliardo di euro, a causa del crollo delle produzioni, ma anche delle vendite (-70%), senza contare i danni strutturali riscontrati nelle stalle, case e fabbricati rurali.

Il settore più colpito è quello dell’allevamento, con la produzione del latte in discesa del 20%. Le tipicità sono in qualche modo sopravvissute: la raccolta della famosa lenticchia di Castelluccio di Norcia è stata di circa 4 mila quintali.

Il PIL dell’agricoltura, sebbene si tenti la ripresa, è ancora inferiore a quello registrato nel 2015: in Umbria rappresentava nel 2017 il -13% e nelle Marche il -6%.

Il Presidente di Coldiretti Umbria, Albano agabiti, ha così commentato i dati della nostra regione:«È necessario che la ricostruzione vada di pari passo con la ripresa dell’economia, che in queste zone significa soprattutto cibo e turismo, ed è per questo che la Coldiretti insieme alla solidarietà è ininterrottamente impegnata con Campagna Amica a garantire uno sbocco al mercato per le produzioni locali».

Intanto, nelle vicine Marche, l’assessore Manuela Bora ha comunicato il numero di domande giunte per il Bando a favore del rilancio delle aree colpite dal sisma. «Sono pervenute 235 domande di investimento per oltre 172 milioni di euro che richiedono contributi pubblici per più di 56 milioni di euro. I programmi presentati – ha dichiarato Bora – stimano un aumento dell’occupazione pari a 790 unità lavorative: 638 a tempo indeterminato, 152 determinato».

Il bando in questione si rivolgeva alle micro, piccole e medie imprese, al fine di promuovere nuove realtà produttive e favorire i processi di ristrutturazione, diversificazione e internazionalizzazione aziendale.

Per l’Umbria e le Marche si prospetta un altro anno di sfide: in occasione del Glocal Economic Forum ESG89 – Perugia 2018, il primo Bilaterale Umbria e Marche, si parlerà di come trovare soluzioni concrete per lo sviluppo dell’economia delle due regioni e non solo.

 

L’articolo Agricoltura Umbria e Marche: danni post sisma alla produzione proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
Agricoltura Umbria e Marche: danni post sisma alla produzione

Leave a Comment