(Nella foto: da sinistra Barbara Pagnoncelli, Gabriele Santarelli, Giovanni Giorgetti)

Fabriano – Venerdì 10 maggio, dalle 9,30 alle 19,30, al Resort Marchese del Grillo spazio al convegno, aperto a tutti, “The Best Economic Forum ESG89 – Umbria e Marche”, il prestigioso appuntamento ideato da ESG89 Group giunto alla decima edizione. Nella città della carta analisi e approfondimenti sulle migliori performance imprenditoriali delle regioni di Umbria e Marche. “Il 10 maggio – riferisce Giovanni Giorgetti, Presidente Esg89 group – sarà il giorno dedicato alla conoscenza delle società più performanti, invitate a confrontarsi in un contesto parecipativo aperto a tutti gli attori del panorama economico nazionale e internazionale”. Il Forum si terrà a Fabriano presso il Resort Il Marchese del Grillo e si concentrerà su alcuni temi strategici che verranno approfonditi in quattro forum, due la mattina, due nel pomeriggio: Infrastrutture materiali e immateriali; Importanza della sub-fornitura della meccanica e le strategie per offrire i propri talenti a livello globale; I Fondi Europei per un nuovo modello di sviluppo economico; Start-up e Best Companies, a confronto i nuovi imprenditori con quelli di successo per superare gli ostacoli dei primi anni di vita dell’impresa.

L’evento, voluto a Fabriano dall’assessore Barbara Pagnoncelli, è aperto a tutti. “Invito la cittadinanza – ha detto questa mattina, 7 maggio, in conferenza stampa – a partecipare. Il nostro obiettivo è quello di lavorare sempre più in sinergia tra Marche e Umbria”. Il sindaco, Gabriele Santarelli, ha invitato anche le scuole ad intervenire venerdì al Marchese del Grillo per i quattro forum dalle 9,30 alle 19,30.

Protagonisti
Nelle sessioni della mattina a partire dalle ore 9.30 si discuterà di “infrastrutture materiali e immateriali” con un focus particolare sulla questione della Quadrilatero e sui collegamenti fra Umbria e Marche. Interverrà, tra gli altri, Guido Perosino, amministratore unico Quadrilatero. A seguire verrà trattato il tema molto sentito nel territorio della Sub-fornitura della meccanica e delle strategie per offrire i propri talenti a livello globale. Ospiti: Letizia Urbani, Meccano e Manuel Romagnoli, Ariston Thermo Group.

Nel pomeriggio la sessione dei lavori riprenderà alle 15,00 con i temi: “I Fondi Europei per un nuovo modello di sviluppo economico” e “Start-up e Best Companies, a confronto i nuovi imprenditori con quelli di successo” per superare gli ostacoli dei primi anni di vita dell’impresa. Presenti, per la Regione Marche, l’Amministratore Unico dell’Agenzia di Sviluppo delle Marche, Gianluca Carrabs SVIM SpA e alcuni top manager e imprenditori di Umbria e Marche che si confronteranno con i giovani talenti.

Giovanni Giorgetti
“Siamo oramai tutti consapevoli – afferma Giovanni Giorgetti Ceo di ESG89 Group e coordinatore dei lavori – che i territori sono il motore di sviluppo per l’economia e, partendo proprio da questa premessa, che bisogna investire e premiare quegli imprenditori che continuano ad investire in Umbria e Marche. Sono ancora, però, troppo poche le imprese che lo fanno e questa sarà la grande sfida del futuro anche in queste aree. E’ necessario difendere l’interesse nazionale e non l’italianità. E’ necessario contrastare gli investimenti predatori di aziende estere che puntano a sottrarre i nostri asset, i nostri brevetti, per poi tornarsene all’estero. Difendere l’interesse nazionale però non dovrà significare contrastare gli investimenti esteri in Italia. Ma stabilire e far rispettare le regole. Un altro tema caldo che sarà affrontato durante il Forum da alcuni docenti universitari sarà quello del credito alle PMI di Umbria e Marche. Si sta assistendo, infatti, ad una sempre più forte concentrazione fra gli istituti di credito ed a una difficoltà quasi insormontabile da parte delle Pmi ad accedere a finanziamenti per la propria attività”.

Programma completo del THE BEST ECONOMIC FORUM

L’articolo “The Best Economic Forum ESG89” a Fabriano: quattro tavole rotonde per nuove vie di sviluppo proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
“The Best Economic Forum ESG89” a Fabriano: quattro tavole rotonde per nuove vie di sviluppo

Compagnia dei Maestri Artigiani di Visso: 2,5 milioni per la rinascita

Gen 01, 1970

Pierluigi Loro Piana ed altri 33 soci rilanciano l’econonomia di Visso finanziando il nuovo polo per gli artigiani colpiti dal sisma

Presente all’inaugurazione del polo di Visso anche il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che, con gli imprenditori che hanno ne hanno permesso la realizzazione, è stato testimone dell’apertura della struttura che ospiterà gli artigiani per cinque anni in comodato gratuito.

Gli stessi artigiani di Visso hanno quote di Comav srl, la società che venderà online i prodotti; un rilancio anche  tecnologico, con un occhio all’export che – soprattutto nel settore enogastronomico – ha sempre trovato una via preferenziale nell’e-commerce.

Salumi, latte, formaggi, carne e dolci per una ripresa economica che offre anche opportunità maggiori grazie allo strumento online.

Ripartire dalle eccellenze, valorizzando il territorio e la società che lo anima: intervento economico perfettamente in sintonia con gli obiettivi del Glocal Economic Forum ESG89 – Perugia 2018.

 

 

L’articolo Compagnia dei Maestri Artigiani di Visso: 2,5 milioni per la rinascita proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
Compagnia dei Maestri Artigiani di Visso: 2,5 milioni per la rinascita

SOLUTIONS 30 : fatturato in crescita del 51% nel primo semestre 2018

Gen 01, 1970

SOLUTIONS 30 SE, leader europeo delle soluzioni per le nuove tecnologie, rende noto il fatturato del primo semestre del 2018

In milioni di Euro

(Cifre non sottoposte a audit)

  1° semestre   2° trimestre
  2018 2017 Var. %   2018 2017 Var. %
Totale   176,6 117,2 +50,6%   91,4 61,1 +49,5%
Mercato Francia   116,1 74,9 +55,0%   59,4 39,4 +50,8%
Mercato Internationale   60,4 42,3 +42,8%   32,0 21,7 +46,9%

Crescita sostenuta anche nel secondo trimestre 2018 

Dal 2016, SOLUTIONS 30 è entrata in una fase di crescita molto sostenuta, più che raddoppiando il fatturato in due anni. Nel 2018 si è confermato questo andamento d’eccellenza con le vendite consolidate del Gruppo che ammontano a 176,6 milioni di Euro nel primo semestre del 2018, in aumento del 51% rispetto allo stesso periodo del 2017 (+ 37% a perimetro costante). Nel secondo trimestre del 2018, il fatturato del gruppo ha già raggiunto i 91,4 milioni di Euro, in crescita del 50% (+ 36% a perimetro costante).

In Francia, la crescita delle vendite è alimentata dal dinamismo di tutte le attività, in particolare quelle della fibra e dell’energia

In Francia, SOLUTIONS 30 prosegue la sua forte crescita con vendite in rialzo del 51% nel secondo trimestre (+ 44% a perimetro costante) e del 55% nel primo semestre (+ 47% a perimetro costante). Mentre tutte le attività del Gruppo contribuiscono a questa solida performance, la crescita rimane particolarmente elevata nel settore dell’energia e delle fibre ottiche. In questo settore, il gruppo fa affidamento sulla sua capacità di assumere e formare tecnici versatili, in grado di realizzare efficacemente un programma di installazioni intenso e di acquisire quindi quote di mercato rilevanti, in un contesto ancora molto favorevole dato il numero di famiglie già collegabili alla fibra, ma non ancora connesso.

A livello internazionale, la strategia delle acquisizioni e la replica del modello di business nato in Francia si confermano vincenti

Con un fatturato di 32,0 milioni di Euro nel secondo trimestre del 2018, il Gruppo ha registrato, a livello internazionale, una crescita del 47% (+ 22% a perimetro costante). Nel primo semestre del 2018, i ricavi generati al di fuori della Francia ammontano a 60,4 milioni di Euro, in aumento del 43% (+ 20% a perimetro costante).

In Germania, l’attività è potenziata dai contratti firmati nel 2017 e dall’acquisizione di VKDFS a giugno 2017.

Nel Benelux, lo scorso 21 giugno, il Gruppo ha acquisito tutte le quote degli azionisti di minoranza di Janssens Field Services (JFS) e sta consolidando questa controllata belga interamente posseduta, con effetto retroattivo dal 1 ° giugno 2018. In parallelo, come annunciato lo scorso aprile, il Gruppo ha creato Uni-T, una società posseduta al 70% da Solutions 30 e il 30% dall’operatore di rete fissa belga Telenet. Questa controllata sarà inserita a bilancio nella seconda metà del 2018.

In linea con il primo trimestre, l’Italia ha registrato una crescita del fatturato a due cifre, grazie all’acquisizione delle attività di servizio di DXC Technology e all’ampliamento del parco clienti rispetto all’anno precedente.

In Spagna, paese che rappresenta il 7% delle vendite internazionali, il Gruppo ha razionalizzato le sue attività per adattarsi a un mercato più maturo, ma ancora con un elevato potenziale. La crescita è al momento piatta, ma l’attività commerciale rimane vivace e il secondo semestre si prospetta dinamico.

Prospettive confermate per il 2018

Il Gruppo continua a implementare il proprio modello di business in tutta Europa con l’obiettivo di arricchire ulteriormente la propria offerta in tutte le aree geografiche e di unificare un settore ancora molto frammentato.

La piattaforma di assistenza alle tecnologie digitali Smartfix30 continua il suo sviluppo attraverso il marchio B-to-B, SmartfixPartner. Sebbene il suo contributo al fatturato del Gruppo sia attualmente marginale, il prodotto ha dimostrato la capacità rendere disponibile su larga scala una soluzione particolarmente innovativa, riconosciuta dai maggiori gruppi tlc e della distribuzione.

Pertanto, SOLUTIONS 30 continua nel 2018 la sua strategia di sviluppo sostenuto e conferma l’aspettativa per un nuovo esercizio caratterizzato da una crescita dinamica e redditizia.

L’articolo SOLUTIONS 30 : fatturato in crescita del 51% nel primo semestre 2018 proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
SOLUTIONS 30 : fatturato in crescita del 51% nel primo semestre 2018

I Comuni virtuosi dell’Umbria

Gen 01, 1970

Giorgetti (ESG89)«Nel rapporto abitanti/imprese performanti in Umbria il comune del sindaco Ansideri risulta primo, seguito da Corciano e Umbertide.La meccanica settore dominante – La scuola si orienti per formare le professioni»

 

Dall’analisi dei bilanci delle migliori società di capitali regionali pubblicati nell’ANNUARIO ECONOMICO DELL’UMBRIA 2019-2020 di ESG89 Group è il comune di Bastia Umbra a risultare il più performante. Sono state analizzate le società con valore della produzione superiore a 1 milione di fatturato che hanno registrato un utile di esercizio in rapporto al numero di abitanti.

Ebbene dall’istantanea scattata il comune guidato dal Sindaco Stefano Ansideri ha registrato una percentuale di 0,37%. Su 21.700 abitanti sono ben 80 le società che hanno rispettato i valori di analisi. I settori più numerosi? Quella della meccanica, seguito dai trasporti e dal commercio di macchinari e attrezzature.

In seconda posizione il comune di Corciano: su 21.350 abitanti le società performanti sono risultate 77 con una percentuale dello 0,36%. In questo caso i settori trainanti per numerosità risultano essere quello dei trasporti, seguito dalla meccanica e dal commercio di beni di consumo.

Il terzo comune in classifica è Umbertide. Il comune guidato da Luca Carizia che conta 16.600 abitanti ha registrato una percentuale dello 0,28% con 47 società performanti. In testa il comparto della meccanica, seguito dal commercio di beni di consumo al dettaglio e della consulenza-studi e ricerche.

Appena sotto al podio, in quarta posizione, troviamo Città di Castello con 107 società performanti su 39.600 abitanti. Il comune della Valtiberina una volta considerato il faro dell’economia regionale, dopo aver attraversato una lunga crisi di identità, sta ritrovando l’equilibrio che gli compete a seguito di investimenti in tecnologia e tante riconversioni. I settori dominanti risultano essere la meccanica, il tipografico e l’agroalimentare.

Il capoluogo di regione ha registrato una percentuale pari a 0,26% con 438 aziende performanti: Perugia annovera fra i settori più numerosi il commercio di beni di consumo al dettaglio, la meccanica e ancora l’edilizia-costruzioni.

«L’analisi sui bilanci d’esercizio delle società di capitali regionali dei vari comuni – commenta Giovanni Giorgetti analista economico e Ceo di ESG89 Group – evidenzia due prerogative diffuse. La prima è legata ai comparti più performanti. La meccanica è il protagonista assoluto in regione per numerosità e risultati. Settore considerato poco fashion e quindi slegato dalla comunicazione tradizionale e se vogliamo anche poco desiderato dai ragazzi in cerca di occupazione, sarà uno dei pochi, anche in Umbria, che potrà assorbire forza lavoro.

Non pensiamo – prosegue fiducioso Giorgetti – alle officine di un tempo, sporche di grasso, cupe e dove in tuta blu come nel film interpretato da Charlie Chaplin, Tempi Moderni l’operaio meccanico era costretto a compiere sempre gli stessi gesti a causa dei disumani ritmi che imponeva la catena di montaggio e per questo impazzisce e finisce in ospedale.

Ora con l’introduzione della tecnologia, dell’innovazione, del digitale, dei big data, dell’IOT… ci troviamo molto spesso di fronte a meravigliose industrie anche nella sub-fornitura, prevalentemente di piccole e medie dimensioni, ma con la capacità di entrare nella cosiddetta catena del valore e contribuire a penetrare nei mercati di mezzo mondo.

La seconda prerogativa è prospettica. Cosa fare per assecondare le PMI operanti nei comparti ‘del fare’, in primis la meccanica, da parte del mondo della scuola? Una vera e propria rivoluzione. L’Umbria ha la strada obbligata della formazione legata essenzialmente all’industria manifatturiera e ai servizi ad essa connessa con particolare orientamento alla conoscenza delle nuove tecnologie, del’ingegneria, del digitale, dell’internet of things, dei big data. Insomma pensiamo a formare dei Charlie Chaplin moderni!».

_____________________________________________________________________________________________________

Maggiori informazioni sull’ Annuario Economico Umbria-Marche 2019-2020

Programma 2019 Forum ESG89

 

L’articolo I Comuni virtuosi dell’Umbria proviene da CUORECONOMICO.

Source: MEDIAPRESS CE
I Comuni virtuosi dell’Umbria

Leave a Comment